America Latina

 

Nei settori più poveri, quelli delle “Villas miserias”, la Chiesa recupera terreno, e gli evangelici non sembrano crescere

 

“Sono venuti per rimanere, sono rimasti per crescere, sono cresciuti per conquistare”. La scorciatoia dell’impegno politico diretto

 

Prima puntata di un’inchiesta sui settori sempre più vasti del movimento pentecostale che, impegnati direttamente in politica, spostano gli equilibri di potere nei Paesi del continente

 

Dopo aver delineato il profilo del catechista ed alcuni orientamenti educativi, terminiamo la presentazione del ritiro per i catechisti di Loma Pytâ tenuto da Emilio, il quale ha proposto ai partecipanti la Trinità come modello della formazione catechetica, attraverso l’unificazione delle facoltà della memoria, dell’intelligenza e della volontà, scintille della Trinità nell’uomo.

 

Durante il ritiro dei catechisti di Loma Pytâ, tenuto da Emilio, dopo una riflessione sul profilo del catechista, vi sono stati arricchenti scambi su aspetti concreti e metodologici della trasmissione della fede. Di tutto ciò proponiamo in sintesi alcuni aspetti che riteniamo molto utili non solo per il contesto ecclesiale del Paraguay, nel quale tali riflessioni sono maturate e sono state condivise.

 

Il ritiro dei catechisti di Loma Pytâ, un quartiere popolare di Asunción, tenuto da Emilio alla vigilia della Solennità della Santissima Trinità, è stata un’occasione preziosa di approfondimento teologico e spirituale delle verità fondamentali della nostra fede, l’Incarnazione e la Trinità. Ne sono derivate interessanti riflessioni sull’identità del catechista, in quanto discepolo missionario.

 

L’America Latina è una di quelle aree geografiche dove il padrinato continua ad essere percepito essenzialmente come alleanza sociale. È il caso anche di altre zone del globo, come l’Italia meridionale, dove le cronache, anche molto recenti, hanno messo in luce quanto possa essere ambigua, e lontana da ogni mentalità cristiana, la figura del “padrino”, che del resto ha dato il nome alla famosa saga romanzesca e cinematografica.

 

Visitando le famiglie dei quartieri più poveri della nostra parrocchia di Ypacaraí, capita spesso che, quando il discorso cade sui figli, si venga a sapere che non sono stati ancora battezzati. Ormai non meraviglia più la spiegazione che viene data quasi invariabilmente: “Non riusciamo a trovare i padrini”.