Stampa

 

Ai fedeli della capilla Virgen del Perpetuo Socorro di Ypacaraí (Paraguay)

 

Miei cari amici della capilla Virgen del Perpetuo Socorro,

il 27 giugno si celebra la festa patronale della vostra Capilla.

Non potendo celebrare pubblicamente questo anniversario, a causa della pandemia del Coronavirus, che continua a seminare contagiati e morti in tutto il mondo, e che adesso registra in America il centro di massima espansione, anche per l’avvicinarsi dei mesi più freddi dell’anno, ho voluto inviare il mio saluto pieno di affetto e amore a ciascuno di voi, e in modo particolare alla nostra instancabile e generosa Coordinatrice, signora Myrian Escobar de Fernández.

San Giovanni Paolo II ebbe una particolare venerazione per la Vergine Maria del Perpetuo Soccorso.

Infatti, gli abitanti di Wadowice, la città natale di San Giovanni Paolo II,

“quando si riunivano con venerazione davanti all’immagine della Madonna del Perpetuo Soccorso, la eleggevano Patrona della vita personale, di quella familiare e di quella sociale”.

Un vecchio parroco di Wadowice scrisse:

“La Madonna del Perpetuo Soccorso viene da noi venerata. Ha la sua cappella, dove è collocata la sua effige miracolosa, e là molti hanno sperimentato e sperimentano personalmente quanto nelle necessità temporali e spirituali Ella dimostri la sua bontà e si affretti in aiuto”.

E Papa san Giovanni Paolo II, nella sua visita a Wadowice del 16 giugno 1999, aggiunse:

“E così era. Posso testimoniarlo personalmente. E credo che così sia stato fino al giorno di oggi. Sia così anche in futuro!”.

Vi saluto tutti, miei cari amici, con le stesse parole che san Giovanni Paolo II rivolse ai fedeli della sua città natale:

Sotto la tua protezione, Maria, cerchiamo rifugio.
Alla tua protezione affidiamo la storia di questa Capilla, della Chiesa di Ypacaraí e di tutto il Paraguay.
Al tuo amore materno affidiamo le sorti di ciascuno di noi, delle nostre famiglie e di tutta la società.
Non disprezzare la supplica dei tuoi figli nella prova
e liberaci sempre da ogni pericolo.
Maria, impetraci la grazia della fede, della speranza e della carità,
affinché sul tuo esempio e sotto la tua guida,

portiamo la testimonianza dell’amore del Padre,
della morte redentrice e della resurrezione del Figlio
e l’azione santificatrice dello Spirito Santo.
Sii con noi in ogni tempo!
Vergine gloriosa e benedetta, nostra Signora, nostra Avvocata,
nostra Mediatrice, nostra Consolatrice.
Nostra Madre! Amen”.

Non abbiate paura, amici cari.

Sappiate superare, con coraggio e pazienza, tutte le difficoltà che incontrate in questa prova della pandemia del COVID-19.

E che Dio e Maria, Vergine del Perpetuo Soccorso, siano sempre con Voi.

Amen.

 

Don Emilio Grasso

 

 

 

25/06/2020

 

Categoria: Omelie e discorsi